MediOmeopatiaComin

Salute, Energia, Benessere, Armonia

Contatti

Contatti

MEDIOMEOPATIACOMIN

 

AMBULATORIO MEDICINA

OMEOPATICA

 

 

 

ora in collaborazione con ASTREA s.r.l.

 

Via Malpighi 126, 48018, Faenza (RA)

 

tel.3881197858

 

si effettua anche 

 

SERVIZIO DI TELEMEDICINA IN OMEOPATIA

 

 

 

INVIARE RICHIESTE PER CONSULENZE A : GIULIANA.COMIN@GMAIL.COM

 

oppure chiamare  il 0546/623918

 

 

 

 

Nuova collaborazione ! MediOmeopatiaComin e ASTREA Medical Center srl in Romagna !

CHI SONO:

CHI SONO:

 

Mi chiamo Giuliana Comin e sono dott.ssa in Omeopatia.
Sono laureata in Medicina e Chirurgia presso l’ Università degli studi di Genova nel 1983 con votazione 110/110 e lode.Ho conseguito l' abilitazione professionale c/o la stessa Università nel 1983.Nel 1991 mi sono specializzata in Anatomia Patologica presso l’Universita' degli studi di Atene. Nel 1998 ho conseguito il titolo di medico omeopata presso la Scuola Ellenica di Omeopatia ,fondata dal prof. Vithoulkas (Alternative Nobel Prize per le medicine alternative).Nel 2003 ho ottenuto la massima qualifica prevista dalla suddetta Scuola Omeopatica, superando i preposti esami. Nello stesso anno inoltre, ho completato anche il Master in Omeopatia Classica presso l'Accademia Internazionale di Omeopatia Classica. Ho frequentato moltissimi seminari presso la stessa sede e vari congressi nazionali ed internazionali, partecipando anche attivamente con presentazioni personali. Ho scritto e pubblicato molti l vori personali in omeopatia. Ho organizzato e monitorato il Registro Panellenico (GREC-HOMEO Registry) dei casi omeopatici in collaborazione con l’ International Academy of Classical Homeopathy. Ho analizzato e pubblicato tramite il GREC-HOMEO Registry l’ importanza dei livelli di salute nella valutazione del paziente omeopatico in collaborazione col prof. Vithoulkas. Sono membro del comitato Etico dell’ International Academy of Classical Homeopathy e della Liga Medicorum Homeopathica Internationalis. Nella mia lunga esperienza clinica omeopatica ho affrontato con successo piu' di 7000 casi clinici sia acuti che cronici. Ho lavorato dal 1998 al luglio del 2015 come libero professionista c/o un ambulatorio di Medicina Omeopatica ad Atene.Negli ultimi anni ho sviluppato e finalizzato il servizio di telemedicina in Omeopatia (e-Health in Omeopatia) per i pazienti che non possono recarsi c/o l' ambulatorio ed anche per pazienti fuori zona. Attualmente sono residente a Faenza dove lavoro come medico omeopata e sono responsabile dell` ambulatorio di Omeopatia Clinica c/o ASTREA MEDICAL CENTER.

Sono iscritta nell' elenco dei medici omeopati dell' Ordine dei Medici di Ravenna.

VISITA OMEOPATICA

VISITA OMEOPATICA



La visita omeopatica comprende non solo l' esame clinico del paziente ma anche la raccolta dettagliata dei sintomi e delle particolarita’ soggettive che riguardano tutti gli apparati dell` organismo, la sua alimentazione, la qualita’ del sonno e moltissimi altri dati. Specialmente la prima visita e’ importante per studiare e curare il paziente al fine di comprenderlo nella sua realta’ unica ed irripetibile. La registrazione anamnestica di tutti i dettagli esposti sia dal paziente che quelli estrapolati dal contatto interattivo col medico formulano un insieme molto importante per sintetizzare in una visione olistica l’intera realta’ biologica personale del paziente cosi’ da giungere,attraverso un esame clinico individualizzato,ad una terapia medica realmente personalizzata caso per caso

MEDIOMEOPATIACOMIN C/O ASTREA MEDICAL CENTER srl

MEDIOMEOPATIACOMIN C/O ASTREA MEDICAL CENTER srl

 

 

PER COMUNICARE O PER EVENTUALI APPUNTAMENTI POTETE SCRIVERE VIA MAIL

giuliana.comin@gmail.com, oppure scrivere messaggio al twitter @OmeopatiaComin.

cell 388 119 7858 anche in whatsapp o viber

 

Si avvisano i gentili pazienti che per motivi organizzativi e gestionali si effettuano visite specialistiche Omeopatiche via TELEMEDICINA tramite piattaforme telematiche apposite previa richiesta dal medico.

 

Privilegi TELEMEDICINA: comunicare gratis ovunque sei, nello specifico si possono ottenere interviste, anamnesi, analisi del caso omeopatico, repertorizzazione e prescrizione del rimedio tutto nella stessa seduta.

Non serve spostarsi da casa o dall` ufficio. Usufruire del tempo libero da altri impegni.

Basta fissare un appuntamento via mail o twitter

La suddetta tecnologia agevola l` organizzazione sia del paziente che del medico.

 

EPIGENETICA, SISTEMI COMPLESSI, OMEOPATIA E DINTORNI…!

EPIGENETICA, SISTEMI COMPLESSI, OMEOPATIA E DINTORNI…!

Continuando l` analisi e presentazione di alcuni studi precedenti sull` importanza dell` Epigenetica nella pratica dell`OMEOPATIA CLASSICA MODERNA, oggi mi estendero su come qs scienza interviene sui processi mutazionali del nostro organismo e il suo ruolo cardinale nella modificazione dei cosidetti sistemi complessi di ogni organismo malato (in termini di disregolazione, di squilibrio ecc).

 

Il genoma, di per se, e l’insieme di una gamma di adattamenti all’ambiente, che puo essere piu o meno valido anche in virtu di possibili difetti contenuti nella sequenza delle basi, ma esso esprime solo una potenzialita: per passare dalla potenza all’atto deve essere sottoposto a un programma di espressione. Adesso risulta chiaro che il genoma e programmato dall’epigenoma. Ma non solo. L’epigenetica ha, infatti, implicazioni plurime: obbliga una riconsiderazione dello stesso paradigma evoluzionista neo-darwiniano; consente di rintracciare nelle “impostazioni iniziali della vita” le radici di disordini che si manifestano nella vita adulta; apre possibilita di indagine precoce su modificazioni cellulari epigenetiche che possono dar luogo a patologie rilevanti, come cancro e malattie cardiovascolari e autoimmuni, promettendo nuovi possibili interventi di correzione dell’errore epigenetico sia tramite farmaci, sia tramite comportamenti come dieta, attivita fisica, gestione dello stress. Insomma siamo all’inizio di un epocale cambiamento del paradigma della BIOLOGIA MOLECOLARE dalle conseguenze molteplici, tra cui una davvero essenziale: il nuovo modello molecolare si sposa perfettamente con la visione scientifica sistemica dell’organismo umano che la Psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) e venuta costruendo nel corso dell’ultimo mezzo secolo. La Psiconeuroendocrinoimmunologia e la disciplina che studia le relazioni bidirezionali tra psyche e sistemi biologici. Nella PNEI convergono, all’interno di un unico modello, conoscenze acquisite, a partire dagli anni Trenta del XX secolo, dall’endocrinologia, dall’immunologia e dalle neuroscienze. Spiegare la PNEI non è poi così difficile: si tratta di una scienza  che studia i rapporti, come dice la parola stessa, fra psiche  (P=psiche), nervi  (N=nervi), sistema endocrino  (E=endocrino)   e sistema immunitario  (I= sistema immunitario) : lo scopo  abbracciato da  questa  branca della scienza   è quella di dimostrare le strette relazioni, interscambi, rapporti  fra  tutti questi organi, che lavorano uno accanto all’altro, in grande sintonia,  comunicando continuamente  ogni minima informazione che arriva, ogni minimo cambiamento: questo ci permette di comprendere la complessità   del  nostro organismo, la  grandissima  quantità di informazioni che esso  riceve, elabora, trasforma, digerisce , metabolizza. Gli anni Novanta del secolo scorso hanno visto una crescita significativa degli studi sulla neurobiologia delle emozioni. La disregolazione di questo sistema complesso da parte di emozioni, traumi ed eventi stressanti in genere, altera potentemente l’assetto e il funzionamento del sistema immunitario. Se nel breve periodo, il cortisolo, l’adrenalina e la oradrenalina hanno un effetto tonificante anche sull’immunita, nel medio-lungo periodo, queste sostanze collocano la risposta immunitaria su una posizione inadatta a combattere virus e tumori. Analogamente, la disregolazione dell’asse dello stress puo favorire lo sviluppo di malattie autoimmuni di vario tipo. Studi del primo decennio del XXI secolo dimostrano che anche patologie come l’aterosclerosi e le cardiopatie in genere sono fortemente condizionate dall’umore. Taluni infarti e altri eventi cardiac acuti, in presenza di disturbi dell’umore, possono trovare spiegazione nelle alterazioni vascolari prodotte dalle catecolammine e dallo squilibrio nel sistema della serotonina.

(Vithoulkas 1990, 1999,  Bottaccioli, 2005) si rivolge agli scienziati proponendo un nuovo paradigma di riferimento che orienti, in un’ottica sistemica, anche la ricerca molecolare Bottaccioli, 2011). Si rivolge ai filosofi e agli scienziati sociali perche riprendano contatto con la biomedicina e l’insieme delle scienze della vita nel comune intento di rifondare una scienza dell’uomo (Bottaccioli, 2010). Si rivolge agli operatori sanitari proponendo pratiche di cura integrate, rompendo barriere specialistiche e di casta con l’obiettivo di prendersi cura della persona nella sua interezza. Si rivolge alle persone sollecitandole ad acquisire strumenti teorici e pratici di potenziamento delle proprie capacita di autoregolazione (Bottaccioli, 2012).

L` OMEOPATIA una medicina olistica completa tutti i presupposti sopramenzionati. Hahnemann , il fondatore dell’omeopatia  classica già all’inizio del 1800  sosteneva che  la guarigione di un organismo allo stato di squilibrio consiste nella eliminazione della totalità dei sintomi:  si può parlare   di  ritorno allo  stato di  salute  o di benessere  solo quando tutti i disturbi sono stati eliminati: non si può cioè intervenire solo su un organo o un apparato, ma si  è obbligati ad  intervenire su tutto il complesso dei disturbi: la patologia, il disturbo  sempre prima di manifestarsi invade  tutto l’organismo  e mai solo  una parte del nostro corpo, come apparentemente può apparire: non è possibile fare diversamente: ovvero poiché  tutte le cellule sono colpite dalla informazione negativa che è la malattia  bisogna intervenire su tutte le cellule, su tutti i tessuti non solo su alcuni: non è possibile  ottenere la guarigione curando solo un organo perché la malattia è diffusa dappertutto;  tutto è estremamente collegato  a  tutto,  non si può separare una cellula o una struttura da un’altra  per  cui o si guarisce  un organismo malato (in termini di disregolazione, di squilibrio ) nella sua  totalità  o non possiamo parlare di  benessere.

 

Bibliografia

Bottaccioli F (2005) PNEI: I fondamenti scientific delle relazioni mente-corpo. Le basi razionali della medicina integrate. Il Ed. Red Milano.

Bottaccioli F. (2010). Filosofia per la medicina. Medicina per la filosofia. Grecia e Cina a confronto. Tecniche Nuove, Milano.

Bottaccioli F. (2011). Mutamenti nelle basi delle scienze. Tecniche Nuove, Milano.

Bottaccioli F. (2012). Stress e vita. La scienza dello stress e la scienza della salute alla luce della PNEI. Tecniche Nuove, Milano.

Vithoulkas G. (1990) . Il nuovo modello di salute e malattia. Ed. Cortina Verona.

Vithoulkas G. (1999). La scienza dell` Omeopatia. Ed. Cortina Verona.

Hahnemann Samuel C. (1994). Malattie croniche : La loro vera origine e cura omeopatica.

TELEMEDICINA, OMEOPATIA E MOLTO DI PIU...!

TELEMEDICINA, OMEOPATIA E MOLTO DI PIU...!

E-Health che rinnova la Sanità OMEOPATICA.

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce la telemedicina come: “l’erogazione di servizi di cura ed assistenza, in situazioni in cui la distanza è un fattore critico, da parte di qualsiasi operatore sanitario attraverso l’impiego delle tecnologie informatiche e della comunicazione, per lo scambio di informazioni utili alla diagnosi, al trattamento ed alla prevenzione di malattie e traumi,alla ricerca ed alla valutazione e per la formazione continua del personale sanitario, nell’interesse della salute dell’individuo e della comunità”.

 La telemedicina nasce con lo scopo di migliorare la qualità di vita del paziente, agevolare e migliorare la qualità del lavoro di medici ed infermieri ed incrementare l’efficienza e la produttività del servizio sanitario. Le sue radici possono essere individuate nei primi

esperimenti compiuti negli anni ’60 negli Stati Uniti allo scopo di prestare assistenza agli astronauti impegnati nella missione Mercury, e successivamente in numerose sperimentazioni anche in Europa, soprattutto attraverso l’ incentivo della Commissione Europea.

In Italia infatti i pazienti impiegano in media un’ora e mezza per raggiungere un ambulatorio, aspettare il proprio turno e fare la visita.

E cosi’ che e’ nata l` idea dell` AMBULATORIO OMEOPATICO ON-LINE. Questo comporta un` attivita’ autonoma e indipendente che permette maggiore elasticita’ nella gestione del tempo nella vita quotidiana offerto dal cosidetto consulto medico a distanza. La telemedicina inoltre mi da’ la possibilita’ di seguire i miei pazienti passo per passo utilizzando la tecnologia telematica dallo smartphone fino allo skype. Oramai le applicazioni dell` internet offrono un vasta gamma di prodotti ed anche venire incontro alla scelta sul come un professionista possa comunicare coi suoi pazienti. Dopo un` esperienza piu’ che ventennale nel campo dell` Omeopatia posso assicurare che lavorare anche in questo modo non ha modificato il rapporto coi miei pazienti : l` incontro umano rimane profondo, la comprensione, l` impegno nel colloquio-raccolta dell` anamnesi omeopatica praticamente resta intatto, il desiderio di risolvere i problemi o la patologia e di curare resta immutato.

Per contattarmi allora potete utilizzare gli indirizzi che trovate sul logo dell` ambulatorio.




STRESS E OMEOPATIA

STRESS E OMEOPATIA

LO STRESS

 

Molte persone nella nostra società super-industrializzata sono sottoposte a degli stress intensi e duraturi che influenzano tutto il loro modo di pensare, di agire e di comportarsi, col risultato di dare priorita’ assoluta agli obiettivi da raggiungere trascurando LA LORO SALUTE. Molte volte il loro organismo non dà segni evidenti di malattia vera e propria. Ed ecco allora che lo stress, una patologia multifattoriale, si fa presente di volta in volta con sintomi differenti senza causa apparente....! Per questo motivo molti si rivolgono alla psicoterapia, pensando che questa possa risolvergli il problema insegnandogli a gestire il senso di impotenza che spesso li attanaglia nello svolgersi della loro vita , in quanto attribuiscono a questo senso di impotenza il pericolo del loro benessere psichico, poiche’ tale sensazione condiziona, di per sè, la loro vita a causa della perdita del self-control sugli eventi, sia quelli che loro stessi producono, sia quelli che entrano nella loro vita senza essere invitati. Credono inoltre che in questo modo possano diventare capaci di esercitare un buon controllo su se’ stessi, in modo da affrontare le difficoltà che la vita, inevitabilmente, ci presenta.

Non capiscono purtroppo che:

lo STRESS è la punta dell' iceberg ma e’ alla sua base che si nasconde realmente il problema essenziale. L' approccio ideale è curare l' intero organismo malato e non solo la punta che si mette in evidenza, in quanto lo stress si manifesta in moltissimi casi avendo come linea di partenza patologie che non possono essere ignorate ma, essendo il livello di salute del paziente che sviluppa una PATOLOGIA stressante basso, deve essere curato nella sua totalita’. L' OMEOPATIA è L' UNICA terapia efficace e valida , perchè cura il paziente integralmente e cioè a livello somatico, psichico e mentale. La somministrazione del giusto rimedio omeopatico porta l' organismo sofferente ad un equilibrio che interessa tutti questi livelli ed i risultati sono validi e duraturi. Il conseguente riequilibrio del SISTEMA IMMUNITARIO ottenuto, permette all` organismo di far fronte a qualsiasi stimolo (sollecitazione) patologico esterno od interno che diversamente finirebbe per portare ad una condizione stressante patologica.

PER CUI COME AFFRONTARE LO STRESS? LA RISPOSTA è CURARSI CON L' OMEOPATIA.                 

 

OMEOPATIA - OBIETTIVI ......!

OMEOPATIA - OBIETTIVI ......!

SE ANCHE VOI...

-Volete ottenere il vostro equilibrio psico-fisico ed intellettivo?

La soluzione c’è: raggiungere questo obiettivo con l’ omeopatia.

 

-Volete avere un sistema immunitario forte ?

Solo l’ omeopatia può darvi una soluzione valida.

 

-Volete ridurre al minimo la vulnerabilità del vostro livello di salute?

Solo l` omeopatica può fornirvi delle soluzioni valide e durature.

 

FUNZIONI INTELLETTIVE E OMEOPATIA

FUNZIONI INTELLETTIVE E OMEOPATIA

Le funzioni intellettive seguono una scala gerarchica e sono: la capacita’ di confrontare e valutare, la capacita’ di sintesi ed analisi, la capacita’ di comunicazione e quella di percezione, la creativita’, l` espressione di idee e la proprieta’ del pensiero astratto. Quindi possiamo dire che il livello intellettivo e’ quella parte dell` organismo che registra i cambiamenti o le modificazioni nella percezione e nella comprensione di ogni individuo. I sintomi che si manifestano a livello intellettivo e la conseguente disorganizzazione intellettiva costituiscono l` espressione di una alterazione di queste funzioni.

 

Per considerare sane le funzioni intellettive di un individuo queste devono avere le seguenti proprieta’: 1. Chiarezza nel pensiero, 2. Coesione e 3. Creativita’

LA TERAPIA OMEOPATICA, a meno che non ci siano alterazioni strutturali irreversibili, interviene a correggere ogni disfunzione (alterazione) del livello intellettivo, ottenendo un EQUILIBRIO stabile e duraturo.

 

DEPRESSIONE E OMEOPATIA

DEPRESSIONE E OMEOPATIA

DEPRESSIONE

Nelle nostre societa’ industrializzate gli stati depressivi costituiscono un problema molto serio sia per i suoi aspetti patofisiologici che per i suoi risvolti sociali e lavorativi (mancanza di concentrazione, diminuzione del rendimento nell' ambito lavorativo, perdita di ore lavorative ecc).

Di solito all'origine della depressione si riscontrano fattori genetici predisponenti e specifiche alterazioni nei circuiti cerebrali che controllano il tono dell'umore, l'affettività ed alcune funzioni biologiche fondamentali (appetito, sonno, sessualità ecc.). Queste alterazioni sono legate principalmente a modificazioni dei livelli di alcuni neurotrasmettitori che appartengono alla classe delle "amine biogene": in particolare, serotonina, noradrenalina e dopamina. Altri meccanismi difettosi nei pazienti con depressione unipolare sono stati osservati a carico della via che controlla la risposta allo stress (il cosiddetto "asse ipotalamo-ipofisi-surrene"). Nei soggetti di sesso femminile, modificazioni significative dei livelli ormonali, in particolare degli estrogeni, possono favorire l'insorgenza di depressione.

Tra i principali sintomi che caratterizzano l'episodio depressivo maggiormente vanno ricordati:

Umore depresso per gran parte della giornata, non motivato da ragioni specifiche gravi.

Significativo calo di interesse nelle attività abituali e incapacità di trarre piacere da circostanze o situazioni di norma stimolanti e gradevoli.

Diminuzione o aumento significativi dell'appetito, spesso associati a notevole perdita o aumento di peso (oltre 5 kg), non giustificati da diete o patologie specifiche.

Difficoltà ad addormentarsi o vari disturbi della qualita’ e/o della quantita’ del sonno (insomnia,risvegli frequenti, sonnolenza anche durante il giorno,etc.) Sensazione di agitazione e ansia o, al contrario, rallentamento dei movimenti e dei riflessi.

Facile affaticabilità e/o mancanza di energia non giustificata.

Calo dell'autostima e della fiducia nelle proprie capacità; senso di colpa persistente e immotivato.

Diminuzione delle capacità di concentrazione e dell'efficienza intellettiva (nello studio, nel lavoro etc.); difficoltà a prendere decisioni che di norma non comportano problemi.

Calo del desiderio sessuale.

Irritabilità o frustrazione.

Pensieri di morte ricorrenti, ideazione suicidaria o tentativi di suicidio.

Pianto immotivato, una o più volte al giorno.

Problemi fisici privi di cause riconoscibili e che, spesso, non rispondono alle terapie di norma utilizzate per contrastarli (dolori articolari e/o muscolari, cefalalgie, crampi addominali, disturbi digestivi e dell’alvo intestinale, vertigini ecc.).

Per i motivi suddetti molti di questi pazienti vengono indirizzati per la cura dallo psichiatra o da uno psicoterapeuta. I risultati molte volte sono scarsi sia perche’ il livello della patologia è grave sia perchè la complance dei pazienti all’analisi e/o ai farmaci somministrati non è adeguata. D' altro canto i farmaci antidepressivi hanno molti effetti collaterali per cui i pazienti spesso interrompono la terapia di iniziativa propria. La psicoterapia ricorre soprattutto alle terapie cognitivo-comportamentali le quali prevedono sedute periodiche, individuali o di gruppo, nel corso delle quali il paziente analizza ed esterna le proprie sensazioni e le proprie difficoltà psicologiche, pratiche e relazionali, con l'aiuto del medico e degli altri eventuali partecipanti alle sedute. Sfortunatamente però le suddette terapie poche volte arrivano a buon esito per i motivi sovracitati. L' OMEOPATIA E` INVECE UN’ ALTERNATIVA VALIDA E DURATURA. QUESTO E’DOVUTO AL FATTO che:

1o. L' OMEOPATIA è una medicina naturale e i rimedi usati non hanno nessun effetto collaterale.

2o. La valutazione OMEOPATICA comprende l' intero organismo sofferente e non solo la diagnostica nosografica, per cui riporta l’ equilibrio in tutti gli apparati che vengono coinvolti in questa tipologia di pazienti.

3o. L' equilibrio suddetto riguarda il sistema immuno-ormonale cosa che le altre terapie usate difficilmente possono ottenere.

4o. L' OMEOPATIA considera ogni paziente come organismo a sè stante e quindi la terapia e’ soggettiva e personalizzata ,riferendosi al paziente e non al nome della malattia. Le manifestazioni di uno stato patologico cambiano da organismo a organismo,e questo principalmente è dovuto al livello di salute.

ATTENZIONE: la valutazione di questi pazienti deve essere fatta da OMEOPATI ESPERTI.

  1. Nel nostro centro c' è una casistica molto grande che riguarda la terapia di questo tipo di pazienti.